Confraternita di San Vincenzo Ferrer

La Confraternita di San Vincenzo Ferrer fu eretta il 14 Dicembre 1892 sull’altare dedicato a tale Santo nella chiesa di San Francesco in Eboli.Era un pio sodalizio dei muratori e degli addetti alle costruzioni sotto il titolo di “CONFRATERNITA DI MARIA SANTISSIMA DEL ROSARIO E DI S. VINCENZO”.Potevano appartenere alla Congregazione anche gli allievi muratori sin  dall’età di otto anni.

Nelle processioni,i Confratelli di San Vincenzo Ferrer (Vincenzini) vestono un sacco – camice bianco – sul quale è posta una mantellina lunga di colore nero. Sul petto portano un medaglione in argento sostenuto da un cordone bianco e nero con l’effige di San Vincenzo.Il Priore, il 1°assistente ed il 2° assistente portano il medaglione in oro con l’effige del Santo sostenuto da un cordone di colore oro. 

Dopo il terremoto che nel 1981 devastò l’Irpinia, la Confraternita fu rifondata e dotata di Statuto ” Ad Experimentum” adottato il 25 Marzo 1987 da Mons. Guerino Grimaldi, l’allora Arcivescovo  Metropolita  dell’ Arcidiocesi  di Salerno-Campagna-Acerno.

Il primo Priore,della rifondata Confraternita fu Vincenzo Vignes.